In caso di separazione o di divorzio i coniugi si accordano per un assegno familiare, o meglio un assegno per il nucleo familiare.

Occorre, pertanto, distinguere due situazioni:

  • assegno di mantenimento a favore del coniuge: si ha nel caso in cui uno dei due coniugi non abbia redditi adeguati a consentirgli di preservare il precedente tenore di vita. Il giudice può imporre all’altro un obbligo di versare un assegno periodico, tenendo conto del reddito del coniuge.
  • assegno di mantenimento ai figli: ogni genitore è obbligato a mantenere la prole in misura proporzionale al proprio reddito. In caso di separazione o divorzio dei coniugi il giudice stabilisce l’importo di un assegno di mantenimento dedicato ai figli, che tiene conto di alcuni parametri come le attuali esigenze del figlio, il suo passato tenore di vita, la situazione reddituale dei genitori.

Gli avvocati dello Studio Legale Cecchini di Firenze sono specializzati in materia di separazione e divorzio, e possono affiancarti con massima discrezione e professionalità nell’iter di richiesta degli assegni di mantenimento per te e per il tuo figlio (o i tuoi figli).

Con la nuova famiglia di fatto viene meno il diritto all’assegno di mantenimento anche nell’ambito della separazione (Cass. civ. sez I, 19 Dicembre 2018 n.32871)
Con la nuova famiglia di fatto viene meno il diritto all’assegno di mantenimento anche nell’ambito della separazione (Cass. civ. sez I, 19 Dicembre 2018 n.32871)

La Suprema Corte si allinea, in tema di separazione dei coniugi, al suo consolidato orientamento già espresso nell’ambito del divorzio, secondo cui, anche la convivenza stabile e continuativa intrapresa con un’altra persona, può comportare la cessazione dell’obbligo di corrispondere l’assegno di mantenimento che grava sull’altro…